Uno dei miei compiti in quanto scrittore è quello di assalire le vostre emozioni e forse di aggredirvi e per far questo uso tutti gli strumenti disponibili. Forse sarà per spaventarvi a morte, ma potrebbe anche essere per prendervi in modo più subdolo, per farvi sentire tristi. Riuscire a farvi sentire tristi è positivo. Riuscire a farvi ridere è positivo. Farvi urlare, ridere, piangere, non mi importa, ma coinvolgervi, farvi fare qualcosa di più che mettere il libro nello scaffale dicendo: "Ne ho finito un altro", senza nessuna reazione. Questa è una cosa che odio. Voglio che sappiate che io c'ero
- Stephen King

sabato 16 giugno 2018

THE OUTSIDER di Stephen King sarà una serie TV

Media Rights Capital torna nuovamente a collaborare con Stephen King, la casa produttrice ha infatti deciso di creare una mini serie televisiva basata su THE OUTSIDER, nuovo romanzo dello scrittore, uscito lo scorso maggio negli Stati Uniti e Regno Unito.
Il progetto è ancora alle fasi embrionali ma si comporrà di 10 episodi e sarà, a quanto pare, autoconclusivo. Prepariamoci quindi a non vedere ulteriori stagioni e dico per fortuna perchè se il risultato fosse quello di Under The Dome... avete capito!

Le prime indiscrezioni iniziano ad arrivare circa la sceneggiatura, al timone ci sarà lo scrittore Richard Price, meglio conosciuto per aver curato la sceneggiatura di Il Colore dei Soldi di Martin Scorsese e Ransom – Il Riscatto di Ron Howard. Lo stesso Stephen King lo affiancherà nella sceneggiatura, oltre ad esserne il produttore esecutivo.
Anche Jack Bender e Marty Bowen, che con il RE hanno già lavorato al film ispirato alla Torre Nera, sono della partita e si vocifera dirigeranno il 'pilota' della mini serie.

Il thriller è incentrato su un dubbio: il protagonista è davvero innocente?
Infatti, così come il romanzo, anche la serie televisiva seguirà la storia di Terry Maitland, un cittadino di Flint City, allenatore della Little League, insegnante di inglese, marito e padre di due ragazze che viene improvvisamente arrestato e accusato del brutale e grottesco omicidio di un undicenne. Nonostante il suo alibi di ferro e la sua apparente innocenza, l'uomo viene comunque indagato, a causa del ritrovamento del suo DNA e delle sue impronte digitali sulla scena del crimine.





Enrico

Nessun commento:

Posta un commento