Uno dei miei compiti in quanto scrittore è quello di assalire le vostre emozioni e forse di aggredirvi e per far questo uso tutti gli strumenti disponibili. Forse sarà per spaventarvi a morte, ma potrebbe anche essere per prendervi in modo più subdolo, per farvi sentire tristi. Riuscire a farvi sentire tristi è positivo. Riuscire a farvi ridere è positivo. Farvi urlare, ridere, piangere, non mi importa, ma coinvolgervi, farvi fare qualcosa di più che mettere il libro nello scaffale dicendo: "Ne ho finito un altro", senza nessuna reazione. Questa è una cosa che odio. Voglio che sappiate che io c'ero
- Stephen King

martedì 29 maggio 2018

Le novità sul film di PET SEMATARY

Il nuovo progetto di PET SEMATARY è ancora agli albori e attualmente in fase di sviluppo ma al film sono già legati i nomi di due registi, Dennis Widmyer e Kevin Kolsch che nel 2014 hanno diretto l’horror indipendente Starry Eyes, in parte finanziato da una campagna di crowdfunding su Kickstarter. I due sono legati anche al progetto del sequel di Mama (diretto da Andy Muschietti, regista di IT) e a quello di The BringingLorenzo di Bonaventura e Mark Vahradiane saranno invece i produttori.
Un primo adattamento ispirato al romanzo uscì nel 1989, diretto da Mary Lambert e scritto da Stephen King con Steven Schneider. Costato 11 milioni, ne incassò 57, ecco uno dei motivi che spingono a riproporlo su grande schermo dopo trent'anni.
La trama ruota intorno a una famiglia che si trasferisce in una nuova casa accanto ad un tetro cimitero per animali nel quale le creature sepolte fanno ritorno nel mondo dei vivi.

Recentemente ha parlato del progetto lo sceneggiatore Jeff Buhler che in un'intervista ha dichiarato: "Credo che siamo sulla strada giusta per produrre il più spaventoso adattamento di sempre di un romanzo di Stephen King. O quantomeno, questo è decisamente il nostro obiettivo. Oggi, che sono padre di due figlie di cinque e nove anni, sento una forte connessione con questa storia di perdita e di dolore, incentrata sull'idea di cosa si è disposti a fare per tornare alla vita che si conduceva prima di una tragica perdita. Quando ho incontrato per la prima volta Dennis e Kevin, ho capito che l’idea è quella di rapportarsi direttamente con il materiale di base, cercando un modo di raccontare questa storia in maniera moderna e portare sul grande schermo alcune delle scene più celebri mai narrate da Stephen King".

Anche per quanto riguarda il cast ci sono già i primi nomi. Dopo Jason Clarke (che sarà il padre di famiglia Louis Creed), un altro volto noto entra a farne parte, John Lithgow a cui andrà la parte di Judd Crandall, il nuovo vicino di casa dei Creed. Tra le sue ultime apparizioni sul grande schermo lo ricordiamo a fianco di Jessica Chastain in Molly's Game e nella commedia Daddy's Home 2 con Mark Wahlberg, Will Ferrell e Mel Gibson.





Enrico

Nessun commento:

Posta un commento