Uno dei miei compiti in quanto scrittore è quello di assalire le vostre emozioni e forse di aggredirvi e per far questo uso tutti gli strumenti disponibili. Forse sarà per spaventarvi a morte, ma potrebbe anche essere per prendervi in modo più subdolo, per farvi sentire tristi. Riuscire a farvi sentire tristi è positivo. Riuscire a farvi ridere è positivo. Farvi urlare, ridere, piangere, non mi importa, ma coinvolgervi, farvi fare qualcosa di più che mettere il libro nello scaffale dicendo: "Ne ho finito un altro", senza nessuna reazione. Questa è una cosa che odio. Voglio che sappiate che io c'ero
- Stephen King

giovedì 12 aprile 2018

THE STAND sarà ufficialmente una serie TV

Probabilmente e finalmente ci siamo, si è giunti ad un accordo definitivo su quello che sarà il nuovo progetto mediatico tratto da una delle opere più complete e complesse realizzate da Stephen King, il suo visionario romanzo post-apocalittico THE STAND (da noi noto con il titolo L'ombra dello scorpione). Scritto nel 1978 è uno dei suoi primi libri, perciò ricco di quell'essenza kinghiana che lo ha consacrato al mondo intero come uno dei maggiori autori degli anni '80 e che ancora oggi fa tremare la poltrona di milioni di lettori ad ogni sua pubblicazione.

Dicevo quindi che la tormentata genesi di questo monumentale adattamento potrebbe essere ad un punto di svolta. Un nuovo, e questa volta più che insistente, rumor vuole il famosissimo libro adattato per un serie TV da 10 ore curata dalla CBS  e proposta nel servizio All Access.
Dietro la macchina da presa è comunque confermato il già citato Josh Boone che abbandonò l'idea di un adattamento per il cinema a favore di quello per Revival (altro romanzo di King ma di più recente pubblicazione), pensato diviso in quattro film ma a quanto pare sparito dai radar, ecco perchè la conferma del telefilm dovrebbe essere quasi certa.
Sicuramente una struttura per il piccolo schermo darà un respiro più ampio di uno/due film e permetterà un approfondimento maggiore, di storia e personaggi, degno di un romanzone di oltre 1300 pagine.
L'idea mi piace moltissimo e mi stuzzica pur lasciandomi una nota di preoccupazione in quanto una prima versione di THE STAND fu già realizzata dalla ABC nel 1994 con protagonista Mick Garris e vista da un occhio attento come il mio non risulta molto riuscita sotto l'aspetto della sceneggiatura e fedeltà alla trama ma sono passati più di vent'anni quindi le aspettative si alzano. Sono estremamente curioso.

Un piccolo consiglio, se non lo avete ancora fatto, recuperate questo libro e divoratelo. Ne esistono due versioni, la prima che lo vede pubblicato così come l'edizione originale uscita nel '78 mentre la seconda, uscita nelle librerie qualche anno dopo, è la versione integrale (quella spessa da oltre un migliaio di pagine) con la storia spostata di qualche anno più avanti e ricca di passaggi eliminati.
Ambientato in un mondo post-apocalittico, L'ombra dello scorpione racconta le vicende di un gruppo di sopravvissuti ad un virus che ha decimato la popolazione americana e che è costretto a contrastare l'ascesa di un misterioso tiranno. Un'epica lotta tra il bene e il male dominata da figure simboliche.





Enrico

Nessun commento:

Posta un commento