Uno dei miei compiti in quanto scrittore è quello di assalire le vostre emozioni e forse di aggredirvi e per far questo uso tutti gli strumenti disponibili. Forse sarà per spaventarvi a morte, ma potrebbe anche essere per prendervi in modo più subdolo, per farvi sentire tristi. Riuscire a farvi sentire tristi è positivo. Riuscire a farvi ridere è positivo. Farvi urlare, ridere, piangere, non mi importa, ma coinvolgervi, farvi fare qualcosa di più che mettere il libro nello scaffale dicendo: "Ne ho finito un altro", senza nessuna reazione. Questa è una cosa che odio. Voglio che sappiate che io c'ero
- Stephen King

martedì 25 luglio 2017

La nuova edizione di L'OMBRA DELLO SCORPIONE da Bompiani

Solo pochi giorni fa vi davo la notizia di una nuova edizione del romanzo Carrie di Stephen King pubblicata da Bompiani e vi avevo accennato al fatto che non fosse l'unica ristampa fatta dalla casa editrice.
Ecco infatti spuntare L'OMBRA DELLO SCORPIONE in una nuova veste, il mattonazzo da oltre 1000 pagine lo potete ritrovare in libreria in una nuova versione 'economica'.
Nello sfogliarlo ho riscontrato un solo pregio e un solo difetto rispetto all'edizione precedente. Partiamo con il 'pro', la dimensione dei caratteri è stata finalmente aumentata, certo il numero delle pagine è leggermente lievitato ma almeno non ci rimettiamo le diottrie dei nostri occhi come invece succedeva con l'ultima stampa.
La nota dolente invece è sulla copertina, indecifrabile per me, tutto quel rosso e arancio con una specie di sagoma da pallone da rugby al centro cosa vogliono dire? Si parla di un virus, di soprannaturale e di bene e male, cosa c'entra con tutto questo?
Dettagli a parte, è un romanzo epico e spettacolare, una delle poche visioni distopiche di King annoverata tra le sue opere migliori da milioni di lettori in tutto il mondo, che merita di essere letto anche a distanza di anni.
Nuovi lettori e collezionisti fatevi avanti.





Enrico

Nessun commento:

Posta un commento