" La perfezione mi fa schifo, mi repelle. Tutte quelle donne e quegli uomini che cercano la perfezione negli stereotipi creati della società mi fanno venire il vomito. Fottuti manichini di carne, senza personalità o amore per se stessi. Stessi vestiti, stessa musica, stesse espressioni, stessi cibi, stesse scopate, stesse auto, stesse vite…e alla fine? Stessi suicidi neurali di massa. Perché vivere come un automa è senza ombra di dubbio un suicidio. Quando tutti si è uguali, tutti si è nessuno. La perfezione è un uccellino in gabbia che vive, mangia, caga e muore con il solo scopo d'essere ammirato. Io voglio vivere libero, spiumato, infreddolito, denutrito ma libero "
- Charles Bukowski

martedì 23 maggio 2017

Il racconto COOKIE JAR pubblicato oggi in Italia

Esce oggi in tutte le librerie, per Pickwick, l'edizione paperback di IL BAZAR DEI BRUTTI SOGNI.
Anche l'ultima antologia di Stephen King arriva così all'edizione economica ma con una variazione rispetto alla prima rilegata, infatti conterrà un suo nuovo racconto fino ad ora inedito in Italia: IL VASO DEI BISCOTTI.
Cookie Jar (titolo originale) era stato infatti diffuso negli Stati Uniti già nel giugno 2016 esclusivamente on-line e del quale vi avevo parlato linkandovi anche il sito dove poterlo leggere in inglese.

Si tratta indubbiamente di una trovata editoriale di cattivo gusto perchè obbliga il lettore appassionato ad acquistare una nuova copia di un libro già presente in libreria per poterne leggere solo poche pagine.
Se non siete collezzionisti e la pensate come me ma volete comunque conoscere questa storia vi do un consiglio: esistono moltissime librerie che offrono spazi dedicati alla lettura con poltrone comode e morbide, vi prendete il paperback, vi sedete un paio d'ore e il gioco è fatto, potete poi riporlo nello scaffale senza spendere un euro.





Enrico

sabato 20 maggio 2017

RECENSIONE | LA CITTA' BUIA... Bosch e l'attacco terroristico

La città buia (The Overlook) è il tredicesimo romanzo di Michael Connelly con il famosissimo detective Harry Bosch, edito nel 2007 e facente parte di una serie di opere che hanno scalato le classifiche di tutto il mondo.
E' un 'police procedural' atipico, in quanto la figura di Bosch è assolutamente predominante e non viene messo in particolare risalto l'eventuale contributo alle indagini di altri poliziotti.
Tornano ricorsive ancora una volta le figure di Rachel Walling, enigmatica e forse doppiogiochista, e Kiz Rider, non più come sua compagna di indagini ma con un lavoro nell'ufficio del capo del dipartimento dopo la brutta vicenda che l'ha coinvolta nel romanzo precedente.
Il nuovo suo nuovo partner è Ignacio Ferras, un ragazzo giovane con cui è stato accoppiato per fargli da mentore.

Protagonista, come detto, è sempre Hieronymus Bosch che vive nella caotica e violenta Los Angeles ed è un agente capace ma dal carattere difficile. Piccolo orfano, reduce dal Vietnam, un passato di eccessi tra fumo e alcol, un matrimonio fallito e una casa semidistrutta da un terremoto ne fanno un elemento importante per le indagini più complesse ma "scomodo" per i superiori che subiscono pressioni politiche e d'immagine alle quali l'ormai cinquantenne detective non si è mai piegato.
Questa storia si apre sul belvedere vicino a Mulholland Drive dove viene ritrovato il cadavere di Stanley Kent, un importante fisico nucleare che si occupa delle cure sperimentali per il cancro attraverso l'utilizzo di isotopi radioattivi di cesio. Il detective viene avvisato dell'accaduto dal tenente Larry Gandle della Squadra Speciale Omicidi, si tratta del suo primo caso da quando ha lasciato l'Unità Casi Irrisolti.
Inizialmente sembra chiaro che il movente dell'omicidio sia il furto del materiale e per questo motivo intervengono l'FBI, e la sua squadra speciale 'Unità Informazioni Tattiche' di cui è membro la sua ex amante Rachel Walling, ed il Dipartimento di Sicurezza Nazionale. L'FBI cerca di estromettere Bosch dal caso in quanto ritiene che il punto focale sia ritrovare il cesio che rappresenta un pericolo per la salute pubblica mentre per Harry si tratta pur sempre di un caso di omicidio.

Anche se il libro è piuttosto breve rispetto agli altri la trama non ne ha risentito, tutto inizia e finisce tra il panettone di Natale e il brindisi dell'ultimo dell'anno. Da un maestro del thriller come non aspettarsi un grande romanzo.
La tematica della polizia in opposizione all'FBI è stata anche stavolta sviscerata con il rischio di sembrare ripetitiva ma il ritmo serrato e l'ottima penna alla fine confezionano un ottimo prodotto.
Non cerco mai di individuare il colpevole durante la lettura, me la godo fino alla fine con tutto ciò che comporta ma era impossibile qui non capire chi fosse la mente del delitto, un depistaggio inziale mi ha quasi confuso, poi la strada seguita da Connelly mi si è aperta davanti agli occhi e già a metà libro avevo capito. Un peccato perchè rovina 'l'effetto sorpresa' consueto.
Il famoso detective Bosch sente ormai il peso degli anni, è ancora in forma ma è diventato quasi un'istituzione, non ha più la freschezza e la carica antisociale dei primi libri. Partite da quelli se siete alle prime armi con la serie.

Non uno dei migliori di Connelly ma comunque incalzante, senza veli e molto ben scritto.
Lo si può descrivere con un aggettivo: 'sottotono', non solo per l'ispirazione dell'autore ma anche per la storia del detective Bosch, sempre più cupa e insofferente che senta a decollare. Sarà forse arrivato, questa volta, il momento della pensione definitiva?.
La particolarità è la taratura della storia che, seppur si tratti di un'indagine condotta già nell'immensa città degli angeli, allarga gli orizzonti all'internazionalità di quella paura che inziava a prendere piede e che sarebbe sfociata pochi anni dopo con l'11 settembre: il terrorismo.



Il mio voto: 7/10



Enrico

giovedì 18 maggio 2017

Il secondo nuovo trailer di IT

Fedeli lettori e 'perdenti', domenica 7 maggio, negli Stati Uniti, erano di scena i MTV Movie & TV Awardse e mentre Emma Watson con Millie Bobby Brown rubavano la scena, una seconda clip del nuovo film IT, diretto da Andy Muschietti, veniva presentata e proiettata sugli schermi.

Nel nuovo trailer si vede finalmente per intero il volto di Pennywise, la terribile entità che terrorizzerà i ragazzini di una piccola cittadina, interpretato dal giovane Bill Skarsgård nel quale ripongo molta fiducia.
Forse queste poche sequenze sono ancora più terrificanti delle precedenti, viste nel primo trailer, vanno a disegnare un'atmosfera macabra e surreale impregnata di fascino per il mistero e il surreale.
La scelta di dividere il film in due parti la trovo poi azzeccatissima, si ha tutto il tempo di metabolizzare la storia e approfondirla come merita, in fin dei conti stiamo parlando forse del capolavoro numero uno dell'intera opera kinghiana.
Arriverà in Italia il 21 settembre 2017.


IL TRAILER




Enrico

martedì 16 maggio 2017

Il cameo di Stephen King in MR. MERCEDES

A Stephen King è sempre piaciuto comparire in molti dei suoi adattamenti, basta chiudere gli occhi per tovarselo di fronte nei panni del prete in Pet Sematary, ricordarselo anche nel film Creepshow e ancora nella sua più recente comparsa nella serie TV Under The Dome.

Recentemente, dal suo attivissimo profilo Twitter, ha annunciato che comparirà nuovamente con un cameo in THE MIST in uno dei 10 episodi che andranno in onda negli States a fine anno senza specificare però quale.
Sarà dunque una bella sorpresa per gli amanti dei suoi libri e di telefilm.





Enrico

lunedì 15 maggio 2017

READING STEPHEN KING | Autori fan del RE si raccontano

Cari amici, vi voglio presentare oggi un volume per la parte più estremista del partito 'malati di King' di cui faccio parte anche io da anni.
Edito dalla solita Cemetery Dance Publications, scritto da Brian James Freeman, si intitola READING STEPHEN KING e raccoglie saggi di noti autori e registi fan del RE che raccontano come mai amano leggere e collezionare i suoi libri.

Tra i tanti spiccano Clive Barker, Frank Darabont, Bev Vincent, Rocky Wood, Hans-Ake Lilja, Stewart O'Nan, Jack Ketchum, Richard Chizmar, ecc...
Nomi di spicco che avrete già sicuramente sentito e che hanno prodotto e/o scritto adattamenti tratti dalle opre di Stephen King.

La tiratura del volume è limitata e numerata, esclusiva degli Stati Uniti.
Ne esistono solo 1052 copie di cui 1000 in Hardcover Limited Edition (50 dollari) e 52 in Deluxe Hardcover Lettered Edition (200 dollari).
E' ordinabile dal sito ufficiale della casa editrice.
Il faccione in copertina sta li quasi a dirti: "se non lo acquisti ti verrò a trovare di notte, nei tuoi incubi".





Enrico

sabato 13 maggio 2017

LA TORRE NERA: posticipata la premiere negli Stati Uniti

Hile pistoleri, sono qui oggi a darvi una notizia che interessa soprattutto gli Stati Uniti e vede in prima linea il film LA TORRE NERA.
La data americana della premiere è infatti slittata dal 28 luglio 2017 al 4 agosto 2017 per lasciare il posto al film The Emoji Movie. Dalla casa di produzione hanno assicurato che la data non verrà più spostata.
Noi fans italiani non dobbiamo però allarmarci, il 10 agosto rimane la data fissata per l'uscita nelle nostre sale.





Enrico

giovedì 11 maggio 2017

LA TORRE NERA: il primo trailer in italiano

Il trailer di LA TORRE NERA è online da qualche giorno, film prodotto dalla Sony Pictures con MRC, scritto da Akiva Goldsman e Jeff Pinkner e rimaneggiato da Nikolaj Arcel insieme ad Anders Thomas Jensen.
Basato sul primo romanzo della serie, il film inizierà nel bel mezzo della storia e non adattando l’inizio inoltre si svolgerà ai nostri giorni, nel mondo moderno.
In Italia uscirà il prossimo 10 agosto.

La saga, un mix di fantasy e western, ruota attorno alla figura di Roland Deschain, l’ultimo membro vivente di un ordine di cavalieri armati di pistola. Il suo compito è quello di trovare la Torre Nera, una struttura che contiene la chiave del passaggio verso tutti gli universi. Sulla strada, incontrerà alleati e nemici.
Lo abbiamo tanto atteso, è arrivato.



IL TRAILER




Enrico

martedì 9 maggio 2017

Il primo trailer in italiano di IT

E' finalmente online il trailer di IT, film prodotto dalla Warner Bros e diretto da Andy Muschietti che vedrà il ritorno di uno spaventoso Pennywise sui grandi schermi mondiali il prossimo autunno.
In particolare, in Italia, uscirà il 21 settembre proprio nel giorno del compleanno del RE.

Basato sul romanzo di Stephen King, il film racconta di una promessa fatta ventotto anni fa che costringe sette adulti a riunirsi a Derry, nel Maine, dove, da bambini, hanno combattuto una creatura malvagia che rapiva e uccideva i loro coetanei. Temendo che il loro Club dei Perdenti non fosse riuscito a sconfiggere definitivamente la creatura, i sette hanno promesso di tornare a Derry se Pennywise fosse riapparso.
La prima parte, questa, sarà ambientata nel passato e racconterà del Club dei Perdenti.
Guardatevelo, gustatevelo e ricordate... galleggeremo tutti.



IL TRAILER




Enrico

lunedì 8 maggio 2017

SLEEPING BEAUTIES sarà una Serie TV

Immaginate quanto fa rumore SLEEPING BEAUTIES, il nuovo romanzo di Stephen King e Owen King.
Ancora non è uscito nelle librerie e già si sta lavorando ad un adattamento per la televisione.
I diritti sono stati infatti acquistati dalla Anonimous Content per collaborare con i due autori alla realizzazione di una serie TV.
Unica certezza al momento sono i nomi dei produttori: Michael Sugar e Ashley Zalta.

Qualcosa accade quando le donne vanno a dormire, dal momento che vengono avvolte da una sorta di garza, come se fossero un bozzolo. Se vengono svegliate, se la garza che le avvolge viene violata, le donne diventano selvagge e incredibilmente violente.





Enrico

sabato 6 maggio 2017

Il racconto BIKERS sarà un film

BIKERS è un lungo racconto di nicchia del ben noto autore Stephen King scritto a 4 mani con il figlio primogenito Joe Hill.
La vicenda è un chiaro tributo a Duel, opera di Richard Matheson in cui una gang di motociclisti attraversa il deserto del Nevada: a sfidarsi sulle immense strade che serpeggiano nel deserto del Nevada, sono una tribù di motociclisti fuorilegge e un camionista senza volto. Che di umano ha ben poco, ed è una vera creatura dell'orrore. La loro è una battaglia che si snoda sulle venti miglia della strada più isolata del paese, un posto dove la sola cosa peggiore di non sapere chi hai contro, è rallentare.
In Italia ne esistono due versioni, la prima uscita nel 2011 nella raccolta clebrativa di Richard Matheson con il titolo A tutto gas e la seconda più recente, in e-book, tradotta da Giovanni Arduino.

La A Bigger Boat Productions insieme a Emile Gladstone ne hanno opzionato i diritti per una trasposizione cinematografica.
Non esistono altre notizie se non che alla sceneggiatura ci sarà John Scott.





Enrico

giovedì 4 maggio 2017

Svelata la copertina di JAKABOK - IL DEMONE DEL LIBRO di Clive Barker

Independent Legions è la casa editrice che riporterà in Italia Clive Barker dopo diversi anni di totale anonimato, in particolare si potrà finalmente leggere JAKABOK - IL DEMONE DEL LIBRO (prima edizione italiana di Mister B. Gone).
E' stata svelata da qualche settimana la copertina del romanzo, realizzata da Giampaolo Frizzi in acrilico su tela e aerografo a mano libera, sottoposta poi all'attenta analisi dell'autore che ha dato parere positivo e quindi il via libera alla pubblicazione.
Arriverà nelle librerie a luglio 2017.





Enrico

martedì 2 maggio 2017

OMBRE è in libreria

Amici lettori, esce oggi in tutte le librerie la raccolta OMBRE edita da Einaudi e realizzata da Lawrence Block con racconti firmati dai più importanti autori americani contemporanei, ispirati ai dipinti di Edward Hopper.
Tra questi anche The Music Room, un inedito di Stephen King.

Invitati a partecipare all'antologia da Lawrence Block, gli autori si sono lasciati ispirare dai quadri di Edward Hopper e dalle sue toccanti solitudini nel modo più libero possibile. Ne è uscita cosi una miscellanea di storie molto diverse, ma tutte ugualmente evocative. Storie noir ma non solo. Storie in cui compaiono i dipinti, in cui compare Hopper stesso, o in cui sono i personaggi delle tele a prendere vita. Perché le tele del pittore "narrativo" Edward Hopper non raccontano mai una storia per intero, ma ne fissano un istante, invitando chi guarda a immaginare il resto. È in questo gioco che i dodici autori si sono lasciati coinvolgere. Con racconti di: Stephen King, Michael Connelly, Jeffery Deaver, Joe R. Lansdale, Lee Child, Joyce Carol Oates, Lawrence Block, Megan Abbott, Robert Olen Butler, Justin Scott, Kris Nelscott, Jonathan Santlofer.





I RACCONTI CONTENUTI:

  • LO SPOGLIARELLO - Megan Abbott
  • LA STORIA DI CAROLINE - Jill D. Block
  • SOIR BLEU - Robert O. Butler
  • LA VERITA' SU QUANTO E' SUCCESSO - Lee Child
  • STANZE SUL MARE - Nicholas Christopher
  • NIGHTHAWKS - Michael Connelly
  • L'INCIDENTE DEL 10 NOVEMBRE - Jeffery Deaver
  • LA SALA DELLA MUSICA - Stephen King
  • IL PROIEZIONISTA - Joe R. Lansdale
  • LA DONNA ALLA FINESTRA - Joyce C. Oates
  • NATURA MORTA 1931 - Kris Nelscott
  • FINESTRE DI NOTTE - Jonathan Santlofer
  • AUTUNNO, TAVOLA CALDA - Lawrence Block




Enrico

lunedì 1 maggio 2017

Le parole di Andrés Muschietti sul sequel di IT

Irrequieti come pochi noi kinghiani, nell'attesa di vedere all'opera a settembre il nuovo Pennywise, già ci proiettiamo su quello che sarà il sequel del 2018 che vedrà sempre protagonisti ovviamente il clown e il gruppo di perdenti ma in età adulta.
Di questo ha parlato il regista Andrés Muschietti ai microfoni di USA Today affermando che se la prima parte avrà successo si occuperà sicuramente del prossimo film lasciando anche un barlume di speranza nel caso non dovesse succedere.
"I ricordi del passato sono una parte importante della storia. Dovranno ricordare qualcosa che hanno dimenticato".
Intanto la New Line Cinema ha rilasciato nuove immagini e fotogrammi ufficiali della pellicola.







Enrico

sabato 29 aprile 2017

RECENSIONE | LA DECISIONE... l'insicurezza di Thomas Mann

La decisione è il primo, e per ora unico, romanzo di Britta Böhler, pubblicato nel 2016 dalla casa editrice Guanda.
Avvocato cinquantasettenne olandese di origine tedesca, Britta è specializzata in diritto internazionale e nella sua carriera ha lavorato in processi di grande rilevanza, dal 2012 è docente all'Università di Amsterdam dopo essere stata senatirce per i 5 anni precedenti.
La sua forte passione per la letteratura tedesca, per un autore in particolare, la spingono a scrivere questo romanzo 'storico'.

Thomas Mann è considerato una delle figure di maggior rilievo della letteratura europea del Novecento, Premio Nobel alla letteratura nel 1929, ha vissuto fin dall'infanzia una vita travagliata tra insicurezze ed indecisioni.
Figlio di un senatore e facoltoso commerciante tedesco avrebbe dovuto seguire le orme del padre ma la scuola non gli andò mai a genio e per questo la snobbò dedicandosi alla studio da autodidatta delle scritture e letture.
A 17 anni, rimasto orfano di padre, inzia a trasferirsi dapprima a Monaco di Baviera con la madre, vive poi un anno in Italia insieme al fratello per poi tornare in Germania dove si sposa con  Katharina Pringsheim (Katja) dalla quale avrà 6 figli.
Proprio in questi anni raggiunge il massimo successo scrivendo il suo primo romanzo ma allo stesso tempo firma la sua condanna che lo porterà all'esilio volontario dalla Germania. La causa fu l'apparizione all'Università di Monaco con il discorso Dolore e grandezza di Richard Wagner in cui lo scrittore criticò i legami tra il Nazismo e l'arte tedesca, dei quali la musica di Wagner sembra il simbolo più autentico. La conferenza infastidì non poco i nazionalisti presenti in sala, proprio nei giorni dell'ascesa di Hitler al potere.
Da quel momento partì immediatamente per non fare mai più ritorno nella sua terra d'origine.

E' proprio da qui che parte La decisione, dal 1936 anno in cui Mann è in esilio a Zurigo insieme alla moglie, con pochi soldi e la maggior parte dei beni pignorati dal Governo tedesco.
Come se non bastasse si aggiungono la pressione della figlia Erika, del mondo intellettuale e dell'opinione pubblica internazionale affinchè esprima in modo netto e definitivo il suo j’accuse al nazismo.
Prende così la decisione di esporsi scrivendo una lettera alla Neue Zürcher Zeitung ma dopo averla consegnata iniziano i dubbi e i ripensamenti. Avrà fatto la scelta giusta? Saprà sopportarne le conseguenze?
Quei tre maledetti e tormentati giorni che lo separano dalla pubblicazione e dopo i quali niente sarà più come prima sono raccontati dalla Böhler attraverso il susseguirsi di flashback alternati ad attimi di vita quotidiana come se l'autrice stesse spiando lo scrittore da dietro l'inferiata di casa.
Uno stile narrativo che ho apprezzato e che mi ha fatto vivere e comprendere appieno i patemi d'animo del povero Thoman Mann quasi fossi io a vivere con lui.
Leggendo, a tratti mi sentivo uno psichiatra alle prime armi con il mio paziente sdraiato sul lettino a raccontare delle sue lacerazioni morlai, le sue vanità e io intento a formulare una giusta diagnosi di depressione.

Un romanzo che sa calarsi perfettamente nel personaggio, un'autrice che descrive in modo minuzioso il suo quotidiano riuscendo a mettere a fuoco non solo lo scrittore, ma anche il suo tempo.
Per chi adora leggere lui o qualsiasi cosa di lui è una libro necessario che non attinge però a nessuna particolare indagine politica e sociale su quei tre giorni.
E' scritto bene ma troppo breve, qualche pagina e flashback in più avrebbero sicuramente reso il libro più completo e approfondito.
Sicuramente il compito di Britta Böhler non era semplice, quello 'manniano' è un mito vasto e difficile con cui confrontarsi ma la fine così repentina mi ha lasciato un po' deluso.



Il mio voto: 6



Enrico

giovedì 27 aprile 2017

SLEEPING BEAUTIES | La copertina del nuovo romanzo di Stephen & Owen King

L'attesa che anticipa ogni nuova uscita di Stephen King è sempre snervante ma lo è ancor di più il non avere news e anticipazioni.
Per fortuna con SLEEPING BEAUTIES non abbiamo di questi problemi perchè del nuovo romanzo, scritto insieme al figlio Owen King, se ne parla ampiamente nonostante arrivi nelle librerie americane solo a settembre e soprattutto perchè 'habemus copertina'.
Circola on-line da qualche settimana quella che sarà la copertina uffciale della versione americana insieme ad un estratto in lingua inglese che è possibile trovare sul sito di Entertainment Weekly.

La grafica ricorda e rimanda molto a Il bazar dei brutti sogni, le colorazioni in forte contrasto insieme allo sfondo prevalentemente scuro mi piacciono molto.
La storia sarà ambientata in una prigione femminile del West Virginia e promette di avere una forte impronta provocatoria: cosa accadrebbe se tutte le donne lasciassero la Terra?





Enrico