Uno dei miei compiti in quanto scrittore è quello di assalire le vostre emozioni e forse di aggredirvi – e per far questo uso tutti gli strumenti disponibili. Forse sarà per spaventarvi a morte, ma potrebbe anche essere per prendervi in modo più subdolo, per farvi sentire tristi. Riuscire a farvi sentire tristi è positivo. Riuscire a farvi ridere è positivo. Farvi urlare, ridere, piangere, non mi importa, ma coinvolgervi, farvi fare qualcosa di più che mettere il libro nello scaffale dicendo: "Ne ho finito un altro", senza nessuna reazione. Questa è una cosa che odio. Voglio che sappiate che io c'ero
- Stephen King

giovedì 17 agosto 2017

ROSE MADDER sarà un film

Cari amici del blog, ancora una piacevole e inaspettata novità fa capolino dal mondo cinematografico dedicato a Stephen King e non è l'unica ma andiamo con ordine, vi parlerò degli altri progetti nei prossimi giorni.

ROSE MADDER, romanzo impregnato di amore e dolore, eletto dai lettori tra i più strazianti scritti dal RE, diventerà un film. La notizia arriva da fonti vicinissime all'autore quindi affidabili ma nulla di più è trapelato se non chi sarà al timone del progetto.
E' stato scelto come regista l'israeliano Assaf Bernstein (The Debt).


Stephen King ha sempre influenzato il mio lavoro e Rose Madder è un thriller terrificante che parla dello scontro tra i sessi. Due soggetti che subiscono un'affascinante e terribile trasformazione. Sarò felicissimo di condurre il progetto.





Enrico

martedì 15 agosto 2017

David E. Kelly parla di MR. MERCEDES

David E. Kelly, produttore della serie TV MR. MERCEDES in onda dallo scorso 9 agosto negli Stati Uniti, ha rilasciato un'intervista ad Anthony Breznican, giornalista di Entertainment Weekly facendo quattro chiacchiere sul telefilm.
Ve ne riporto alcuni passi, quella completa invece potete trovarla direttamente sul sito.


AB. Stephen King era spesso sul set. Avete interagito?
DK. Non l'ho ancora incontrato, ci siamo sentiti soltanto via mail ma non vedo l'ora di conoscerlo.

AB. La scena dell'incidente iniziale è molto cruenta, l'avete ammorbidita nel telefilm?
DK. Benchè sia molto forte non l'abbiamo ammorbidita, è inquietante. L'ho vista molte volte con vari tagli e di recente anche insieme ad altri spettatori e ti colpisce anche quando la guardi attraverso i loro occhi. E' sconvolgente.

AB. E' la storia della caccia ad un killer... ma anche di un ritorno...
DK. Il detective Hodges aveva bisogno di capire chi fosse in quel preciso momento della vita e intanto dare la caccia al killer. Si prestava ad un'ottima narrazione.

AB. Anche l'omicida sta cercando i ritrovare se stesso...
DK. Entrambi combattono una crociata interiore.

AB. Perchè non basta odiare il cattivo? Perchè bisogna provare empatia per lui?
DK. Ne avrai paura in alcune circostanze e temerai per lui in altre. Provare compassione per chi si odia è molto complicato.






Enrico

sabato 12 agosto 2017

RECENSIONE | DEBITO DI SANGUE... un processo di apprendimento

Debito di sangue (Blood Work) è un romanzo di Michael Connelly edito nel 1998 che non vede però protagonista Harry Bosch ma Terry McCaleb: personaggio menzionato in altre opere e collegato comunque al detective più amato ed odiato di Los Angeles.
Sono due le grandi serie dello scrittore statunitense, la prima e più prolifica dedicata appunto a Bosch che gli è valsa la fama e il successo, la seconda meno corposa incentrata su Haller, fratellastro del primo, noto avvocato di Los Angeles e considerato uno dei migliori della città e poi naturalmente esistono romanzi 'isolati' che tali però non sono in quanto raccontano l'origine di personalità che in un modo o nell'altro si concatenano nelle storie precedentemente menzionate.
Il McCaleb di questa storia infatti l'ho già incontrato in Il buio oltre la notte ma in un ruolo minore e adesso ho avuto la possibilità di leggere di lui per conoscerlo meglio ed affezionarmi alla sua storia, tanto incredibile quanto fatalistica.
Questo gioco di incastri è fantastico e fa di Connelly uno dei miei autori di thriller preferiti.

Terry è un agente dell'F.B.I in pensione anticipata a causa di un trapianto di cuore, ottenuto dalla giovane vittima di un assassinio. La sorella della donatrice rintraccia McCaleb grazie all'articolo di un giornale e lo convince, nonostante le molte perplessità, a ricercare il killer. L'ex agente si lancia così in un'indagine che lo porterà a scoprire una terribile verità che rievocherà vecchi fantasmi che hanno logorato in passato il suo cuore.
Solo, senza famiglia, Terry vive su una barca nel porto di Los Angeles, la stessa barca che era stata prima del padre con il quale non ha mai avuto un grandissimo rapporto fino al momento della morte. Con il trapianto ha deciso di ritirarsi e dedicarsi alla ristrutturazione dell'imbarcazione a tempo pieno per poter salpare e tornare sull'isola di Catalina, luogo della sua infanzia, per viverci.
Unico suo amico è Bobby, 'vicino di barca' che giocherà un ruolo fenomenale, uno di quei personaggi sornioni che vivono ai margini della storia per poi stravolgerla come un fulmine a ciel sereno.
Le cose cambiano con l'arrivo di quella donna, di cui Terry si innamora subito invertendo inesorabilmente il proprio destino. La caccia all'uomo ha così inizio.

Non sai mai dove la storia possa portarti, le pagine scorrono tra le tue mani in un susseguirsi di flashback, inseguimenti, pedinamenti e scontri con i piani alti dell'F.B.I. che vogliono l'ex agente fuori da tutto nonostante l'avanzamento delle indagini raggiunto grazie alle sue scoperte.
L'uomo si ritrova ben presto braccato e diventa addirittura un possibile colpevole perchè c'è qualcuno che vuole incastrarlo, quel qualcuno che anni prima ha commesso una serie efferata di delitti a cui McCaleb non è mai riuscito a trovare soluzione.
Il cuore nuovo e il ricordo della donna assassinata con la quale ha un debito di sangue lo condurranno a viaggiare in più stati all'inseguimento di un uomo fantasma, reso reale però da un preciso processo di apprendimento seguito nei suoi omicidi che alla fine lo incastreranno senza possibilità di ritorno.

Ogni tanto mi piace saltare da un segmento all'altro dell'opera connellyana, soprattutto ora che sto arrivando alla fine e i suoi libri ancora da leggere sono sempre meno.
Questo personaggio creato da Connelly è quello che più emoziona e intenerisce, la sua tristezza è infinita, la senti e la vivi nel petto dove proprio lui soffre non solo per i dolori legati al post-operatorio ma per una vita distrutta, disgregata e che trova senso solo con la 'The Following Sea'.
Ennesimo romanzo riuscito, scritto con grande disinvoltura nonostante le difficoltà avute nel comprendere e ricercare le giuste informazioni mediche utili alla comprensione del lettore, lo stesso Michael nei ringraziamenti nomina un paio di rinomati chirurghi che lo hanno aiutato in questo arduo compito. Capite anche voi che per un giornalista navigare in quelle acque è molto difficile. Ha coraggio da vendere il ragazzo.

Permettetemi infine una piccola nota, una caratteristica che apprezzo molto in uno scrittore è il saper rimanere umile di fronte al proprio pubblico nonostante la notorietà, l'avere quella giusta dose di paura e timore di non riuscire a convincere il lettore nonostante la consapevolezza che ciò ormai non possa accadere.
Sono convinto tenga sempre l'attenzione al massimo e sia un incentivo all'ispirazione per i lavori futuri.
Connelly è uno di questi, il suo grande successo è assicurato per molti anni ancora.
Quasi dimenticavo, vi segnalo che esiste anche un film tratto da questo romanzo con il grande Clint Eastwood nei panni di Terry, è una delle poche pellicole ricavate dalle sue opere e un po' me ne dispiaccio ma nell'attesa di nuovi film magari in futuro ve lo consiglio, realizzato molto bene è fedele al libro.



Il mio voto: 9/10



Enrico

giovedì 10 agosto 2017

LA TORRE NERA: quanti easter egg nel nuovo film

E' finalmente giunto il giorno, il viaggio verso LA TORRE NERA inizia oggi per la gioia di tutti i cinefili e soprattutto per i fan di Stephen King che attendevano questo momento da anni reclamandolo a gran voce e che ora si organizzano in 'gruppi di visione' per dar vita a raduni più o meno grandi nei cinema sparsi in tutta Italia.
Il famoso Ka-Tet che deriva da questa saga ha veramente un grandissimo potere, quello di unire gente condividendo una stessa passione all'insegna della felicità e della genuinità.

Nella pellicola sono nascosti moltissimi EASTER EGG che tradotto letteralmente significa 'Uovo di Pasqua' e che nel cinema è il termine usato per indicare la tecnica di inserimento di riferimenti ad altre opere legate a quella in proiezione ma in maniera nascosta che solo l'occhio del più attento ed esperto spettatore noterebbe.
Per i fanatici della saga sarà quindi un piacere ritrovarsi per qualche istante a Derry o all'Overlook Hotel piuttosto che incontrare ancora una volta quel giocherellone di Cujo.

Vi lascio le immagini qui sotto, fateci caso e segnalatemi se notate altre 'Uova di Pasqua'.
Buona visione pistoleri!


Il numero 1408 (racconto contenuto in TUTTO E' FATIDICO) 

Il numero 19 in riferimento alla saga

Chrisitne - La Macchina Infernale

Cujo

Le Gemelline di SHINING

Lo Smile della trilogia MR. MERCEDES

'Il Figlio di Misery' (il romanzo di Paul Sheldon in MISERY)

L'Overlook Hotel di SHINING

Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank



Enrico

martedì 8 agosto 2017

La linea FUNKO POP! dedicata a PENNYWISE

Come promesso eccomi a parlarvi ancora di FUNKO POP! e le sue caratteristiche action figure in vinile che tanto fanno impazzire la rete e non solo.
Dopo anni di riproduzioni ispirate e qualsiasi cosa rientri nel segmento televisivo e/o letterario sembra proprio che sia arrivato il momento anche per il mondo kinghiano, nell'ombra da sempre per questo tipo di collezionismo.

Complice del rilancio di titoli di spicco dell'opera di Stephen King, la ditta statunitense, grazie anche all'uscita imminente dei film LA TORRE NERA e IT, sembra abbia finalmente deciso di iniziare a riprodurre una linea dedicata al RE del brivido.
Ecco allora che da fine agosto si potranno trovare action figure del pistolero Roland e dell'Uomo in Nero Randall Flagg mentre da settembre saranno disponibili Carrie White, Jack e Danny Torrance insieme a Wendy e le gemelle dell'Overlook Hotel. Tutte quante in versione regolare e variant.

Ed ecco la notizia, ad aggiungersi al catalogo arriva anche PENNYWISE, quello nuovo, quello del film che debutterà il 19 ottobre in tutte le sale italiane.
Sarà disponibile in quattro diverse versioni, iniziate a fare spazio, il clown più terrificante della storia sta arrivando.





Enrico

sabato 5 agosto 2017

RECENSIONE | LA RAGAZZA DELLO SPUTNIK... un amore quasi impossibile

La ragazza dello Sputnik (スプートニクの恋人 Supūtoniku no koibito) è un romanzo di Haruki Murakami pubblicato in Giappone per la prima volta nel 1999.
I diritti vennero quasi subito acquistati dalla nota casa editrice italiana Einaudi nel 2001 la quale ha pubblicato tutti i suoi romanzi fino a qui usciti e ultimamente in una collana particolare che ricorda molto la cultura orientale con copertine che richiamano sì la storia ma con illustrazioni stilizzate, essenziali che rimandano appunto a quella filosofia di vita.
La copertina della mia copia è una di quelle, personalmente le adoro e apprezzo molto questa singolarità che raramente ho visto per altre pubblicazioni che preferiscono far colpo sul lettore con colori e disegni tra i più disparati su questa terra invece di badare alla sostanza, insomma 'tutto fumo, niente arrosto'.
Di solito, quando affronto per la prima volta un nuovo autore inzio con il suo romanzo d'esordio ma questa volta non me la sono sentita. Murakami è un gigante della letteratura moderna, candidato più volte al Nobel e in cima alle classifiche di tutto il globo. Entrare nel suo mondo non è stato semplice, per questo motivo sono partito da questa breve storia di poco più di 150 pagine, in punta di piedi.

I personaggi principali sono due: Myu, donna matura, sposata, benestante e Sumire, ragazza impulsiva, disordinata, generosa, appassionata dello scrittore Jack Kerouac. Alle donne va poi aggiunta la voce narrante della storia, un ragazzo 'senza nome' (non lo si conoscera per tutto il libro), grande amico della giovane che la racconta come se scrivesse un diario di memorie da lasciare in eredità o solo per piacere personale o ancora come monito di una fine che era già certo potesse avvenire.
Lui è un maestro di scuola elementare laureato in Storia alla facoltà di lettere di Tokyo, uomo con una vita ed una carriera ormai consolidate, è innamorato di una studentessa di qualche anno più giovane, un'aspirante scrittrice, la nostra Sumire.
Lei, la sua vita sembrano essere assorbite interamente dalla tensione verso l'ispirazione scrittorica, un anelito talmente forte ed ossessivo che a volte le fa perfino scordare di mangiare, che la tiene spesso chiusa in un mondo tutto suo che le impedisce anche di ricambiare il profondo sentimento del narratore.
Tutto però cambia al matrimonio della cugina, qui Sumire incontra Myu, ne resta affascinata e ben presto scopre di esserne innamorata così quando la donna le offre un lavoro nella sua azienda vinicola accetta mettendo da parte le sue ambizioni.
Più passa il tempo più il sentimento provato dalla ragazza cresce e Myu sembra quasi ricambiarlo invitandola nei suoi numerosi viaggi in giro per il mondo.
Il destino le porta in Grecia dove decidono di soggiornare per un po'. Davanti a Sumire sembra stendersi il panorama di un futuro sempre più luminoso ma le cieche illusioni dell'amore spesso non tengono conto del fatto che nell'altro c'è più di quanto non appaia.

Un grande autore di narrativa contemporanea letto per la prima volta da un ragazzo (io) che di narrativa se ne intende ben poco. Potente e profondo, questo libro mi ha spiazzato, aspettandomi un viaggio nella cultura popolare asiatica mi sono ritrovato in Grecia ad inseguire un amore forse mai veramente sbocciato, unilaterale, in continuo e ripetitivo movimento come lo Sputnik.
Difficili da comprendere per me le reali intenzioni dell'autore, credo di aver recepito il messaggio che vuole inviarmi parlando di sessualità, età e di tutte le paure ad esse collegate. Se l'amore non ha età nemmeno le fobie ce l'hanno ma mi risulta complicato immedesimarmi nella storia e nei suoi protagonisti. Non so se scegliere di essere una delle due donne o essere il narratore, con quali occhi addentrarmi nella trama.
E' stata una lettura comunque piacevole ma dall'inizio alla fine impregnata di un senso di inquietudine ed angoscia, quasi tristezza per me come per i miei tre compagni di viaggio. E' questo il coinvolgimento che uno scrittore vuole creare, sia esso positivo o negativo.
Non esiste un lieto fine, nessuno sorride come del resto non ho sorriso io arrivato all'ultima pagina, non tanto per insoddisfazione quanto per il senso di smarrimento che la storia mi ha lasciato.
Forse non era il momento giusto o semplicemte ho ancora molta strada da fare per comprendere l'autore e la sua filosofia che del resto arriva da un mondo a me totlamente sconosciuto ma altrettanto affascinante.

Il mio giudizio complessivo è comunque buono, il non averlo capito non vuol dire non mi abbia convinto.
La scrittura di Murakami è molto lineare, scorrevole e leggera, apprezzo molto le sue metafore naturalesche e le similitudini con gli animali. Il suo senso della vita e delle cose è molto profondo, misurato e studiato, sa come funziona la vita, qual è il suo scopo e come fare a raggiungerlo, ogni pagina permea di questa convinzione.
Ogni volta che entravo in una libreria e vedevo un suo volume l'indecisione mi attanagliava, sono serio se dico che per anni sono andato avanti a 'rimpiangere' il mancato acquisto un minuto solo dopo essere uscito e poi sembrano farlo apposto, lo metto lì in bella vista sul primo scaffale ad 'altezza occhi'.
Ho così finalmente abbattuto quella barriera di insicurezza, con La ragazza dello Sputnik il mio battesimo del fuoco è avvenuto.
Arrivederci Haruki, a presto (... non troppo, forse).



Il mio voto: 6/10



Enrico

giovedì 3 agosto 2017

Il catalogo WEIRD BOOK sarà distribuito da PANINI

Readers, torno oggi a parlarvi di Luigi Boccia e del suo ennesimo grande successo in campo editoriale.
Da settembre, il direttore di Weird Book, vedrà l'intero suo catalogo di libri e fumetti distribuiti dal più importante distributore italiano, la PANINI (PAN distribuzione).

"Un traguardo raggiunto con anni di impegno ed onestà intellettuale, dedicato agli autori e amici che ci hanno sempre creduto, ma anche per chi non ha creduto che la nostra piccola realtà editoriale avrebbe guadagnato in poco più di un anno così tanti consensi e lettori"
- Luigi Boccia


I NUOVI TITOLI DEL MARCHIO

OSAMU DEZAKI - IL RICHIAMO DEL VENTO
SOTTO UN CIELO ROSSO SANGUE
THE KING - MISTER HOLLYWOOD
MORNING STAR
GRAVELAND
SAIL INTO DEATH



Sono due i titoli di cui vi avevo già parlato e di cui vi lascio i link qui sotto nel caso voleste approfondire:
> THE KING - MISTER HOLLYWOOD (vai al post)
> SOTTO UN CIELO ROSSO SANGUE (vai al post)





Enrico

martedì 1 agosto 2017

La linea FUNKO POP! dedicata a CARRIE e SHINING

Cari miei amici kinghiani, dopo la linea su La Torre Nera ecco che la FUNKO si scatena e rilascia nuove action figures dedicate all'universo del RE.
Il mese di settembre sarà ricco di novità infatti saranno riprodotti i POP! di CARRIE e di SHINING, le figure in vinile saranno in tutto 8.
Una quella dedicata al primo romanzo di Stephen King mentre le altre ispirate al famosissimo film di Stanley Kubrick con delle varianti molto particolari.

Iniziate a fare spazio che le novità non sono ancora finite, nei prossimi giorni vi parlerò di altre fantastiche figure in arrivo.






Enrico

sabato 29 luglio 2017

JAKABOK - IL DEMONE DEL LIBRO & VANGELI DI SANGUE sono in libreria

Miei cari barkeriani, quest'estate è vostra, dedicata a voi che da molti anni aspettavate il ritorno di Clive Barker in Italia.
Sono infatti disponibili JAKABOK - IL DEOMONE DEL LIBRO e VANGELI DI SANGUE, ultimi lavori arrivati in Italia grazie alla piccola ma formidabile casa editrice Independent Legions che ha fortemente creduto e voluto questo progetto, anche con la 'benedizione' dello stesso scrittore.
Trattandosi di una letteratura di nicchia, i volumi li potete trovare in librerie specializzate ma anche on-line sul sito dell'editore e su Amazon.
Entrambi i romanzi si possono acquistare sia in formato cartaceo che in formato Kindle.
Di ogni romanzo ne esiste poi una versione a tiratura limitata e numerata disponibile dal prossimo settembre sullo store dell'editore.


Fronte copertina dei due romanzi


Retro copertina di JAKABOK - IL DEOMONE DEL LIBRO

Retro copertina di VANGELI DI SANGUE



Enrico

giovedì 27 luglio 2017

Bill Skarsgård nel cast di CASTLE ROCK

Cari 'TV Series addicted', tra pochi giorni inizieranno le riprese di CASTLE ROCK in Massachussets, lo stato che per i prossimi 5 mesi vedrà la produzione di questo nuovo elettrizzante e affascinante progetto di J.J. Abrams.
Cinque mesi in cui saranno girati 10 episodi che verranno distribuiti negli States dal canale via cavo Hulu nel corso del prossimo anno.

Il cast è stellare con Andrè Holland, Sissy Spacek, Melanie Lynskey, Jane Levy già confermati e da poco tempo un'altra grande novità: Bill Skarsgård.
Il nuovo Pennywise di prossima uscita nelle sale sarà presente anche nel telefilm ma non ci è dato sapere ancora con che modalità, quale sarà il suo ruolo e in quanti episodi apparirà.





Enrico

martedì 25 luglio 2017

La nuova edizione di L'OMBRA DELLO SCORPIONE da Bompiani

Solo pochi giorni fa vi davo la notizia di una nuova edizione del romanzo Carrie di Stephen King pubblicata da Bompiani e vi avevo accennato al fatto che non fosse l'unica ristampa fatta dalla casa editrice.
Ecco infatti spuntare L'OMBRA DELLO SCORPIONE in una nuova veste, il mattonazzo da oltre 1000 pagine lo potete ritrovare in libreria in una nuova versione 'economica'.
Nello sfogliarlo ho riscontrato un solo pregio e un solo difetto rispetto all'edizione precedente. Partiamo con il 'pro', la dimensione dei caratteri è stata finalmente aumentata, certo il numero delle pagine è leggermente lievitato ma almeno non ci rimettiamo le diottrie dei nostri occhi come invece succedeva con l'ultima stampa.
La nota dolente invece è sulla copertina, indecifrabile per me, tutto quel rosso e arancio con una specie di sagoma da pallone da rugby al centro cosa vogliono dire? Si parla di un virus, di soprannaturale e di bene e male, cosa c'entra con tutto questo?
Dettagli a parte, è un romanzo epico e spettacolare, una delle poche visioni distopiche di King annoverata tra le sue opere migliori da milioni di lettori in tutto il mondo, che merita di essere letto anche a distanza di anni.
Nuovi lettori e collezionisti fatevi avanti.





Enrico

sabato 22 luglio 2017

Il nuovo Extended Trailer di MR. MERCEDES

Il nuovo Extended Trailer di MR. MERCEDES è online, serie TV prodotta da Audience e creata da David E. Kelly. E' ispirata al primo romanzo della trilogia di Stephen King, pubblicato nel 2014.
Il primo dei 10 episodi della prima stagione sarà trasmesso il prossimo 9 agosto.

All'alba di un giorno qualsiasi, davanti alla Fiera del Lavoro, centinaia di persone sono in attesa nella speranza di trovare un impiego. Invece, emergendo all'improvviso dalla nebbia, piomba su di loro una Mercedes grigia, che spazza via decine di uomini e donne per poi sparire. Il killer non sarà mai trovato. Un anno dopo William Hodges, un poliziotto da poco in pensione, riceve il beffardo messaggio di Mr. Mercedes, che lo sfida a trovarlo prima che compia la prossima strage. Inizia così un'incalzante caccia all'uomo, e il vecchio Hodges potrà contare solo sull'intelligenza e l'esperienza per fermare il suo sadico nemico.




IL TRAILER




Enrico

giovedì 20 luglio 2017

GWENDY'S BUTTON BOX sarà pubblicato anche in Italia

Lettori fedeli, non tutti conoscerete questa storia scritta a quattro mani da Stephen King e Richard Chizmar, il fondatore della Cemetery Dance Publications, e come darvi torto infatti è un'esclusiva degli Stati Uniti.

Sì, forse ne avete letto qualcosa in giro per il web o addirittura passando da questo blog un paio di mesi fa, tempi in cui davo la notizia della pubblicazione ma scommetto che il 90% di voi se n'è dimenticato nel giro di qualche ora. Per forza, una storia d'oltre oceano, in lingua straniera, a chi vuoi che interessi (anche se c'è la firma del RE), forse solo al più accanito collezionista che ne acquisterà una copia con il solo scopo di farle prendere polvere in libreria in quanto, non conoscendo l'inglese, mai la leggerà.

Bene, vi chiederete perchè tutto questo panegirico, calma... adesso ci arrivo. Pronti alla notizia bomba?
Dieci giorni fa Richard Chizmar sul suo profilo Facebook ha dichiarato che i diritti di GWNDY'S BUTTON BOX sono stati venduti in diversi paesi e udite udite, c'è anche l'Italia.
Potremo quindi leggere anche noi questa storia in cui una ragazzina adolescente viene avvicinata da un uomo tenebroso con cappello nero che la invita a fare un viaggio in un altro mondo.

Oltre all'Italia i diritti sono stati venduti in Germania, Francia, Inghilterra, Bulgaria, Ucraina e Grecia che vanno ad aggiungersi ai paesi in cui la vendita era già avvenuta: Thailandia, Korea, Russia, Polonia e Brasile.
Ancora non si sa di quale casa editrice si tratta ma visti gli autori è molto probabile possa essere la Sperling & Kupfer.





Enrico

martedì 18 luglio 2017

Svelata la copertina inglese di SLEEPING BEAUTIES

Readers kinghiani, il tempo passa, vola e tra una film di qua e una serie TV di là siamo oltre la metà di luglio quindi si avvicina la data di pubblicazione di SLEEPING BEAUTIES in Inghilterra che vuol dire sempre meno giorni di attesa anche per noi italiani anche se non è ancora stata definita una data precisa.
Il 26 settembre invece il romanzo scritto da Stephen King insieme al figlio Owen uscirà in tutte le librerie inglesi per Hodder & Stoughton con lo stesso titolo dell'edizione americana ma una copertina diversa, se negli States predomina il nero e le illustrazioni rimandano molto a The Bazaar Of Bad Dreams, qui sarà il blu e le sue tonalità a fare da padrone.

Qualcosa accade quando le donne vanno a dormire, dal momento che vengono avvolte da una sorta di garza, come se fossero un bozzolo. Se vengono svegliate, se la garza che le avvolge viene violata, le donne diventano selvagge e incredibilmente violente.





Enrico

sabato 15 luglio 2017

RECENSIONE | IL RESPIRO DEL DRAGO... Bosch e il rapimento di Madeline

Il respiro del drago (Nine Dragons) è il quattordicesimo romanzo di Michael Connelly con il famosissimo detective Harry Bosch, edito nel 2009 e facente parte di una serie di opere che hanno scalato le classifiche di tutto il mondo.
E' un 'police procedural' atipico, in quanto la figura di Bosch è assolutamente predominante e non viene messo in particolare risalto l'eventuale contributo alle indagini di altri poliziotti.
Torna ricorsiva ancora una volta la figura di Eleanor Wish, ex moglie del nostro, che occuperà gran parte della storia giocando un ruolo fondamentale in una situazione straziante per i due, che li porterà al limite.
Entra poi in scena per una brevissima comparsa Mickey Haller, abilissimo avvocato e udite udite, fratellastro di Bosch. E' una figura apparsa per la prima volta in Avvocato di difesa (un romanzo a parte di Connelly) ma al quale è talmente affezionato da dedicargli una serie di storie nello stesso stile di queste.
Non preoccupatevi se 'cadete dalle nuvole' chiedendovi se vi è sfuggito qualcosa, non si è mai parlato di lui prima ed è per questo motivo che presto recupererò quel romanzo.
Il partner ufficiale di Harry è sempre Ignacio Ferras, un ragazzo giovane con cui è stato accoppiato per fargli da mentore ma come prevedibile già dalla conclusione dell'episodio precedente che lo ha visto coinvolto in una sparatoria, il rapporto tra i due non è idilliaco. Collaborano poco e male, comunicano a malapena poichè Ferras, avendo moglie e figlio piccolo, non vuole correre lo stesso rischio dell'anno precedente avendo paura di lasciare sola la nuova famiglia dedicandosi solo più al lavoro d'ufficio, accantonando l'azione.

Protagonista, come detto, è sempre Hieronymus Bosch che vive nella caotica e violenta Los Angeles ed è un agente capace ma dal carattere difficile. Piccolo orfano, reduce dal Vietnam, un passato di eccessi tra fumo e alcol, un matrimonio fallito e una casa semidistrutta da un terremoto ne fanno un elemento importante per le indagini più complesse ma "scomodo" per i superiori che subiscono pressioni politiche e d'immagine alle quali l'ormai cinquantenne detective non si è mai piegato.
In questo capitolo deve indagare sull'omicidio di John Li, un vecchio commerciante cinese ucciso con tre colpi di pistola al petto nel suo negozio di liquori a South Los Angeles.
In apparenza il caso sembra semplice e di facile risoluzione, una rapina finita male ma c'è dell'altro: dietro al delitto si nasconde la mafia cinese (Triade) e i sospetti ricadono su Bo-Jing Chang, ripreso dalle telecamere di sorveglianza mentre intasca una tangente dal proprietario del locale.
Bosch procede subito con l'arresto ma contemporaneamente gli arriva un videomessaggio sul cellulare, è sua figlia Maddie che vive ad Hong Kong con la madre Eleanor Wish, è legata ed imbavagliata.
Da qui cambia tutto, convinto che sia opera della Triade anche questo, il detective molla tutto e parte deciso a liberare la piccola figlia.

L'amore che si prova per una figlia è sconfinato, anche se la si vede poco c'è un filo sottile ma robustissimo che tiene legati, un sentimento profondo, viscerale e indissolubile resistente al tempo e alla distanza. E' questo che muove l'intero libro, è una storia di affetti passati (quello per Eleanor, non del tutto spento) e presenti (quello per Maddie) che riaccendono in Harry quella fiammella di umanità che ormai da troppo tempo si è smarrita.
Si può dire che il romanzo è diviso nettamente in due parti: la prima condita con la solita dose di crime in puro stile americano, duro e cattivo mentre la seconda è un viaggio oltre il confine alla scoperta di una nuova cultura, quella cinese, che troppo poco conosciamo.
Certo, non sarà un saggio sulla storia e l'origine del Paese ma ho trovato diversi spunti interessanti su chi erano i 9 monaci dragoni e del perchè la Triade viene chiamata in questo modo, come agisce e i motivi che la spingono a farlo, chi sono i suoi membri e come entrano a farne parte.
La svolta internazionale sembra piacere a Connelly che anche nello scorso episodio aveva tentato un approccio diverso con un finto caso di terrorismo potenzialmente globale e devo dire che gli riesce molto bene.

L'inversione di rotta la sto apprezzando moltissimo, non che mi annoiassi a leggere di Los Angeles, delle sue vie, distretti e dipartimenti ma ogni tanto cambiare fa bene e forse era più annoiato l'autore di scriverne che noi di leggere. Connelly ha fatto un ulteriore salto di qualità.
Parlo sempre dell'effetto sorpresa riferendomi ai suoi libri e anche questa volta non è mancato, un colpo di scena che mi ha tagliato le gambe, a bruciapelo, senza avvisare, in poche righe il fato beffardo ha sconvolto gli equilibri di una famiglia segnandone il cambiamento ma mi fermo qui perchè sarebbe spoilerare troppo e credetemi, non ne saresti contenti.



Il mio voto: 8/10



Enrico